Home page Contattaci Administrator
 

5-2 al Montichiari

 

La parola d’ordine per il Brescia nella seconda giornata di ritorno in casa contro il Montichiari, dopo l’amara sconfitta subita nel turno precedente a Ripalta Cremasca. era “Vietato sbagliare!” e così è stato perché il successo ottenuto per 5-2 contro una formazione rimaneggiata era il minimo per una squadra che vuole ancora puntare in alto. L’ennesima tripletta del Capitano Francesco De Petra, che porta cosi a 24 le sue vittorie su 25 partite giocate, dimostra che la determinazione c’è, ma manca ancora qualcosa per fare il grande salto di qualità: Silvestro Pasolini e Beppe Romano devono rendere di più perché non si possono perdere partite quasi vinte come quelle disputate contro il seppur bravo Paolo Preda, manca ancora la giusta cattiveria agonistica e la concentrazione adeguata ed i punti conquistati su Pippo e Cesaretto sono ben poca cosa rispetto al proprio reale valore. All’appello manca ancora Davide Rossini che, a causa di impegni lavorativi, purtroppo non può garantire appieno e con costanza la propria presenza, ma questo già si sapeva, ma il potenziale della squadra, indipendentemente dalla presenza del giovane bomber, è alto e si può e si deve fare di più per remare insieme nella giusta direzione.

Archiviata dunque la partita  contro il Montichiari è giunto il momento clou del campionato perché il Brescia, in compagnia del Coccaglio a quota 12 punti, Sabato 23 Febbraio prossimo, andrà a Toscolano contro una delle tre capolista (Benaco, Ripalta e Bagnolese), a quota 14; all’andata fu un drammatico 5-4 per i benacensi ed un’eventuale vittoria dei nostri porterebbe in vantaggio il Brescia in classifica nonostante gli stessi punti conquistati. Un Benaco (Filippi, Raggi, Vanzani)comunque che venderà cara la pelle dopo l’inaspettata sconfitta subita sabato scorso contro i mantovani della Bagnolese che, seppur privi del loro numero uno Maffei, si sono scontrati con un’ inaspettata giornata di forma del giovane Carraresi, autore di una splendida tripletta. Insomma un campionato privo di certezze, sena dubbio entusiasmante e pieno di insidie per tutti con una cosa certa: i passi falsi d’ora in poi diventano letali, quindi è ora di ruggire Leonessa d’Italia!



Francesco De Petra in azione


Home page