Home page Contattaci Administrator
 

Gomme Joola Rhyzer 43

 

Da ragazzino aspettavo sempre l’estate perché in quel periodo, via posta ordinaria, arrivavano i cataloghi a colori delle case di produzione con le novità per la stagione entrante dei materiali tecnici da tennistavolo e mi dilettavo a verificare, confrontare ed analizzare le descrizioni di gomme e telai che maggiormente colpivano la mia attenzione. Difficilmente mi sbagliavo, anche se onestamente qualche cantonata l’ho presa, complice l’assenza di internet, dei cellulari e soprattutto di youtube dove oggigiorno puoi trovare di tutto, mentre all’epoca dovevi rivolgerti al guru di turno o all’amico che aveva proprio quel tipo di materiale per chiedere di poterlo provare, oppure andare alla cieca e fidarsi del famosissimo slogan riportato in calce al prodotto che recitava così: “Per un attacco senza compromessi!”. Se c’era quella frase, oltre alla tabella numerica relativa alla Velocità, al Controllo ed alla Elasticità (per i telai) o all’ Effetto (per le gomme), eri sicuro che potevi venire in possesso di un qualcosa di veramente eccezionale…

Bei tempi davvero, pionieri del nostro complicatissimo, ma amatissimo, sport dove l’attacco senza compromessi, dopo tanti anni, fa ancora la differenza, nonostante la pallina di plastica maggiorata!

Quindi, recentemente, ad un torneo Open, con mio stupore ho ritrovato questi cataloghi da un vecchio e caro amico, Manfred Maffei della Joola Italia, che non vedevo dai Campionati Italiani 2013 di Riva del Garda (ve li ricordate? Quelli in cui si giocò in tre o quattro palestre distinte, ad orari folli e che mi fecero passare la voglia di ritornarci….) e vistomi un po’ affranto dai pessimi risultati del torneo, dove non riuscivo a fare il mio gioco sicuramente a causa della bravura dei giovani avversari, dell’avanzare dell’età, ma soprattutto a causa di un materiale tecnico (parlo di gomme) non all’avanguardia mi ha proposto di usare le “Joola Rhyzer 43”, ultimo ritrovato tecnologico della casa produttrice Made in Germany che ha come riferimento il C.T.della Nazionale Tedesca Jorg Rosskopf, grande campione dei miei tempi. Premetto che per tanti anni mi sono servito (e mi hanno fatto servire sempre bene), continuando a farlo sino a data da destinarsi, delle mitiche Stiga Calibra LT Sound, gomme eccellenti, morbide, veloci, taglienti e con l’effetto collafresca incorporato all’origine (da qui il nome “Sound”) che sino all’avvento della pallina di plastica sono state perfette, ma che da allora in poi onestamente non hanno più soddisfatto appieno i requisiti richiesti dall’ammodernamento del nostro sport, fatto di velocità estrema e scambi ridotti e quindi, inevitabilmente, è scattata la crisi e la necessità di cercare una gomma in grado di attutire e compensare l’impatto negativo di questa maledetta pallina di plastica soprattutto per i giocatori agè come me. Ebbene, con mio estremo stupore, dopo anni che non usavo più gomme Joola, e dopo aver testato quest’estate un paio di gomme di nuova generazione di un’altra marca che si sono rivelate tristemente inadeguate, ho provato queste “Joola Rhyzer 43”, il cui numero “43” (insieme alle versioni 45, 48 e 50) sta semplicemente a specificare il grado di durezza della loro gommapiuma. E si perché ciò che ormai fa la differenza davvero, più di un tempo, è la performance della gommapiuma! Dato il mio tipo di gioco ho scelto quelle più morbide ovviamente e la prima cosa che si nota è un topsheet meno spesso rispetto alle gomme tradizionali e questo significa soprattutto una cosa: la differenziazione estrema tra gomma sopra (che deve soprattutto dare lo spin estremo) e la gommapiuma sotto che deve determinare velocità, controllo e parabola e le “Joola Rhyzer 43” questo compito lo svolgono alla perfezione soprattutto in fase di block del topspin avversario, mentre in fase di attacco, l’effetto è molto potente, ma, in rapporto, la velocità è minore. Nella dichiarazione delle loro specifiche tecniche, la famiglia delle RHYZER, che succede a quella delle RHYZM, a seconda del grado di durezza della loro gommapiuma, viene dichiarato che più la gommapiuma è dura e più la parabola si riduce e la palla va più lontano e questo è confermato anche dal test effettuato visto che, come detto prima le “Joola Rhyzer 43” ti permettono di variare molto il gioco, ma soprattutto di controllo, avendo anche una precisione parabolica piuttosto arcuata, nonostante un millimetraggio max della nuova gommapiuma color rosa. Le “Joola Rhyzer 43” sono gomme prettamente per un gioco di controllo, block e topspin meno veloci ma mirati e quindi per giocatori che amano stare vicino al tavolo; mi piacerebbe provare le versioni successive 45/48/50 per poter testare il grado reale di differenziazione, ma se questa è la base allora suppongo che le versioni più avanzate possano soddisfare diversi tipi di attaccanti che imprimono maggior potenza e velocità nell’esecuzione dei colpi. Ricordatevi sempre che comunque è il telaio che imprime potenza e velocità pertanto se volete usare le “Joola Rhyzer 43” prediligete un telaio molto veloce ed allora avrete la perfetta combinazione tra spin, controllo e velocità!

Ringrazio quindi Manfred per la fiducia riposta in un testimonial come me, ma soprattutto di aver dimostrato ancora una volta la sua competenza e la sua amicizia nonostante gli anni passati senza vederci, ma i veri amici si sa, si rispettano sempre anche da lontano e la possibilità di testare le “Joola Rhyzer 43” ne è sicuramente una dimostrazione, anche perché ritengo questo materiale la gomma del futuro, ma soprattutto del presente dei giocatori moderni (meno per i vecchi come me!) e la trovate cliccando semplicemente qui ad un prezzo in linea con quelli di mercato: https://it.shop.joola.de/belage/joola-rhyzer-43.html

Buon divertimento con “Joola Rhyzer 43”!

Francesco De Petra



La confezione delle gomme



Il topsheet della gomma


Home page